Un libro inutile


Le donne e gli uomini più belli di tutti i tempi di Paolo Zelati è un libro sostanzialmente inutile.
La prima frase dell'Introduzione si interroga su cosa sia la bellezza e su come si decida se un uomo e una donna sono belli. Ci si aspetterebbe che il volume approfondisca il concetto, tentando di dare a tali domande una risposta. Invece l'autore dei saggi pare proprio essersi dimenticato delle domande da lui poste e nei suoi scritti si limita a tracciare un sommaria biografia dei “divi” di cui parla.
“Divi” appartenenti sia al mondo del cinema, sia a quello dello sport, ma anche alla storia e al mito: infatti, oltre ad attori come Brad Pitt, Rodolfo Valentino, Grace Kelly, l'autore traccia le vite di sportivi come David Beckham, di personaggi mitici come Achille o Narciso e di personaggi storici come la contessa di Castiglione o Maria Antonietta D'Asburgo.
Spiace dire che i brevi saggi che costituiscono il libro sembrano essere meno approfonditi delle voci che Wikipedia dedica a tali personaggi. Forse, sarebbe stato preferibile che l'autore si fosse dedicato a un minor numero di “divi”, ma ne avesse analizzato e ricostruito la vita e la carriera con maggiori dettagli (oltre, ovviamente, al fatto che sarebbe stato oltremodo interessante se avesse tentato di capire il perché tali personaggi erano e sono ritenuti belli, quali caratteristiche possedevano e possiedono per incantare e affascinare il pubblico).
Sorprende, infine, il fatto che in copertina vi siano Marcello Mastroianni e Anita Ekberg, ma di loro, nel libro, non si faccia parola.
Un libro la cui lettura non si consiglia.

Commenti

Post popolari in questo blog

AMLETO ha un nuovo indirizzo

Il corpo nudo dello scrittore

Un narratore potente