Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2021

L'isola delle modificazioni

Immagine
L’isola del dottor Moreau di H.G. Wells è un romanzo che descrive gli orrori a cui può giungere la scienza se ad essa non viene posto un freno. Il dottor Moreau, infatti, ritenendosi superiore a ogni vincolo di natura morale o anche solo di buon senso, ha deciso di portare alle estreme conseguenze i suoi esperimenti e - tramite la vivisezione e altre pratiche - modifica una serie di animali per “umanizzarli”, ossia, renderli simili all’uomo. Esperimenti, i suoi, che hanno un discreto successo, tanto che, alcuni “innesti” e “modificazioni” sembrano davvero esseri umani, pur permanendo in essi molte caratteristiche tipiche della loro specie di partenza. Ma l’umanizzazione non è definitiva e l’istinto animale tende a prendere il sopravvento se non adeguatamente inibito da una Legge. Legge inculcata negli “ibridi” a furia di riti salmodianti. D’altro canto, è lo stesso Moreau a spiegare al protagonista della storia (anche voce narrante) che tale Legge non è dissimile (per modi e finalità

Gastone Geron ricorda Tatiana Pavlova

Immagine
Ho incontrato Gastone Geron (1923 - 2012) nella sua residenza milanese il 2 giugno 1994, mentre ero ancora impegnato nella raccolta documentaria per il mio libro su Tatiana Pavlova . Il colloquio è rimasto inedito. Il pdf è disponibile su Academia.

Aroldo Tieri ricorda Tatiana Pavlova

Immagine
Ho incontrato Aroldo Tieri (1917 - 2006) nel suo camerino al Teatro Donizetti di Bergamo il 22 marzo 1993, mentre ero ancora impegnato nella raccolta documentaria per il mio libro su Tatiana Pavlova . Il colloquio è rimasto inedito. Il pdf è disponibile in Academia .

Orazio Costa Giovangigli ricorda Tatiana Pavlova

Immagine
Tatiana Pavlova in una caricatura di Onorato Ho incontrato Orazio Costa Giovangigli (1911-1999) nella sua residenza romana il 24 marzo 1993, mentre ero ancora impegnato nella raccolta documentaria per il mio libro su Tatiana Pavlova . Orazio Costa Giovangigli è stato allievo della Pavlova all'Accademia nazionale d'arte drammatica fondata da Silvio D'Amico. Durante il colloquio, oltre che della Pavlova, si è parlato anche di D'Amico, Guido Salvini, Luigi Pirandello, Renato Cialente e Pietro Sharoff. Il colloquio è rimasto inedito. Il pdf è disponibile su Academia .