Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2020

Tiresia sono

Immagine
Andrea Camilleri ha esordito con Conversazione su Tiresia al Teatro Greco di Siracusa l’11 giugno 2018. Un monologo pieno di lieve ironia che è una lectio magistralis sulla figura di Tiresia e di come, nel corso dei secoli, essa sia stata trattata dai maggiori esponenti della cultura occidentale. C’è stato chi ha visto nel veggente cieco che da uomo diventa donna e poi di nuovo uomo una figura emblematica e positiva e chi, invece, ne ha fatto un personaggio tutto sommato negativo: un truffatore avido di soldi e dedito, fin dalla più tenera età, a piaceri indicibili. Nell’assumere l’identità di Tiresia, Camilleri si schiera apertamente dalla parte di Tiresia e bolla come fandonie le ricostruzioni di quanti, invece, hanno descritto le azioni e le intenzioni di Tiresia in modo negativo. Una presa di posizione che - come detto - è un’assunzione di identità: Camilleri si presenta al pubblico come fosse Tiresia. «Chiamatemi Tiresia [...] Oppure Tiresia sono [...]» esordisce il Maestro e n

Il Caino di Camilleri

Immagine
Andrea Camilleri avrebbe dovuto esordire con il suo Autodifesa di Caino alle Terme di Caracalla il 15 luglio del 2019, ma le condizioni di salute del Maestro peggiorarono al punto che il 17 spirò. Sellerio, l’editore principale di Camilleri, ha pubblicato postumo il testo nel 2019 stesso. Si tratta di un monologo nel quale Camilleri assume la voce di Caino e ne pronuncia parole di autodifesa (come da titolo), chiedendo al pubblico di ascoltare i fatti come si sono svolti e di giudicare secondo coscienza. Caino parte ab ovo , ossia, letteralmente, da Adamo ed Eva e, tra l’altro, dichiara che sia lui, sia il fratello Abele, non sono figli di Adamo, ma lui del “serpente” (ossia un angelo caduto di nome Alialel), mentre Abele dell’Arcangelo Stefano. Tale fatto, però, sottolinea Caino, non deve far supporre che i due fratelli fossero, in qualche modo, predestinati l’uno a compiere il Male e l’altro il Bene, perché l’uno figlio di un diavolo e l’altro di un Arcangelo. No, Caino dichiara ap