Tutti vogliono una mamma


Più che essere un inno alla spensieratezza dell’infanzia, Peter Pan di James Matthew Barrie è un inno alle madri e al loro “senso materno”.

È vero che Peter è un eterno fanciullo e ha la svagatezza tipica della sua giovane età, ma è altrettanto vero che tale leggerezza (che, unita alla polvere di fata, gli consente di volare) a volte diventa alquanto inquietante. Succede soprattutto quando Peter viene colto da completi momenti di smemoratezza che, più che a un bimbo, lo fanno assomigliare a un uomo anziano che non riesce più a ricordare neppure quanto gli è appena successo.

Sì, Peter è un bambino nel fisico e nelle reazioni emotive, ma un vecchio dal punto di vista della memoria.

Inoltre, nonostante Peter si rifiuti di crescere, ha, in nuce, molte caratteristiche tipiche dell’età adulta, specie quelle più sgradevoli: è autoritario; aggressivo e violento.

E, forse, non è un caso che, quando finalmente riesce a uccidere Capitano Uncino (il suo più acerrimo nemico), prende il comando del brigantino che era stato del pirata e, indossatone i panni, si fa spietato come lui, arrivando perfino a frustare uno dei suoi.

E, sia detto per inciso, di Capitano Uncino, Peter perde memoria quasi subito.

Diversa, molto diversa, invece, è la figura di Wendy (che con Peter divide l’onore del “nome in cartellone” nel titolo originale del romanzo): ella è una bimba con uno spiccato “senso materno” che le fa subito assumere il ruolo di madre della brigata dei Bimbi sperduti al seguito di Peter.

Una madre coscienziosa e accudente, oltre che affettuosa e, quando serve, giustamente severa.

Una mamma a cui i Bimbi sperduti si affidano con fiducia e gioia, abbandonandosi alla sua tenerezza.

E, non ci si stupisca del fatto che neppure i pirati al seguito di Capitano Uncino sono insensibili al fascino materno di Wendy: sull'Isolachenoncè la voglia di mamma è tale che Spugna arriva a prometterle salva la vita se lei accetta di diventare sua madre.

Insomma, tra Wendy e Peter, la figura favorita dall’autore è senza dubbio la bimba.

La bimba già mamma.

Commenti

Post più visti del mese

Il corpo nudo dello scrittore

L'assenza di privacy è tirannia e il dissenso malattia | 1984 di Orwell

Edipo siamo noi